16.5 C
Roma
martedì, 16 Aprile, 2024

fondato e diretto da Paola Severini Melograni

Ottobrata Monticiana, presentazione a Palazzo Argiletum

Dopo il periodo di pausa, finalmente il festival ritorna a condividere anche i momenti di festa.

Quest’anno le associazioni del territorio si sono riunite per ritrovare un sano sentimento di compartecipazione; partecipare insieme alla festa del “Rione Monti”, per consolidare quel sentimento di buon vicinato e di abitanti del territorio, un sentimento fondamentale per il connettivo sociale. Recuperare quello che la pandemia e tutto ci ha tolto: l’unione, la condivisione, la compartecipazione, l’abbraccio.

Le feste, fin dai tempi antichi, sono motivo di aggregazione sociale e questo è ciò che ci interessa. Considerando la situazione attuale di forte crisi che ha portato nuovamente ad un conflitto bellico tra i popoli, per il progetto biennale Ottobrata Monticiana 2023-24, abbiamo pensato di allargare l’abbraccio a tutti: l’unione tra i popoli sarà dunque il tema di questa nuova edizione. Il progetto prevede per il 2023 delle performance compartecipate, che rappresentino il meltin pot e la condivisione tra le tradizioni e le culture.

L’intento è quello di valorizzare le nostre identità culturali con lo sguardo al passato ma anche al presente, alla tradizione ma anche all’innovazione, con uno spirito di integrazione, accoglienza e sostenibilità. In questo modo i due anni di programmazione diventeranno anche un motivo di coesione tra le varie realtà del territorio.

Il tema che è stato scelto per questa edizione sarà proprio dedicato alla pace, alla condivisione e alla integrazione: “Tempo di condivisione” sarà il titolo della festa.

La festa è pensata come evento diffuso sul territorio, con punto focale in “piazzetta”, ovvero piazza della Madonna dei Monti. Nella piazza si effettueranno la maggior parte delle esibizioni artistiche.

Così che nei tre giorni dell’Ottobrata, il rione sarà animato da esposizioni, performance, laboratori, workshop, visite guidate e spettacoli, e l’immancabile tradizionale lotteria.

Oltre gli spettacoli in piazza ci saranno eventi diffusi nel rione, mostre d’arte, performance, visite guidate, caccia al tesoro per bambini e una maratonina dedicata sempre ai più piccoli.

Lungo le strade si svolgeranno performance canore e tersicoree sempre inerenti alla festa monticiana. Tra queste non mancherà il consueto tributo ad Ettore Petrolini, che visse in via Baccina.

Sul palco si esibiranno cantanti, cantautori, attori, poeti, scrittori, interverranno le istituzioni, gli artigiani, i commercianti i ristoratori e i monticiani. Sarà un momento di festa ma si avrà anche lo spunto per fare delle riflessioni, per ascoltare la memoria e per pensare al futuro.

Tutti gli abitanti e coloro che lavorano nel rione sono chiamati a partecipare nello spirito di condivisione, per ritrovare quel sano sentimento di convivialità e di buon vicinato.

Nel 2019 è stato istituito il premio alle attività storiche del rione, che in quell’anno è stato consegnato alla Libreria Politecnica di via Cavour. Per il 2023 sarà premiata un’altra attività storica del rione. L’intento è quello di rinsaldare il connettivo urbano, cercando di consolidare i rapporti di buon vicinato che formano le basi di un tessuto sociale di un centro abitato.

La valorizzazione delle attività artigianali sarà condotta anche attraverso il gioco; come nel 2019 si è pensato di far conoscere il territorio attraverso una caccia al tesoro, finalizzata proprio alla conoscenza e alla relazione con le attività artigianali di Monti.

Cultura, arti e mestieri, tecniche d’insediamento, commerci, e soprattutto usanze e tradizioni alimentari raccontano la storia dell’uomo nella sua evoluzione. Durante la manifestazione si potranno assaggiare i piatti tipici della cucina romana, presso i locali del rione, i piatti dei ristoranti etnici ormai integrati nel territorio, ed anche la cucina fusion che unisce più tradizioni culinarie.

L’Ottobrata Monticiana sarà preceduta da una conferenza stampa, ove sarà presentato il progetto e il programma. Saranno invitati i rappresentanti del Municipio I di Roma, che patrocina l’evento e del mondo della cultura e dell’arte, oltre che monticiani e romani.

L’evento inizierà con una presentazione corale, ove interverranno rappresentanti del mondo culturale e dello spettacolo.

Il programma è in via di definizione e le attività sopra elencate ne rappresentano solo la base per l’iter progettuale condiviso e partecipato dalle associazioni organizzatrici e il I Municipio.

ARTICOLI CORRELATI

CATEGORIE

ULTIMI ARTICOLI