10.3 C
Roma
sabato, 24 Febbraio, 2024

fondato e diretto da Paola Severini Melograni

La carica dei duemila alla Campestre nazionale del CSI Record di partecipanti. Un pieno di giovani in gara, oltre 1200 atleti under 14.

Non è uno scherzo: sono effettivamente ben 2084 i finalisti iscritti alla edizione record, la 24ª del Campionato Nazionale di Corsa Campestre del Centro Sportivo Italiano, evento patrocinato dalla regione Veneto e dal comune di Tezze sul Brenta. Attesi tutti domani nella cittadina berica, sabato 1° aprile all’interno del Parco dell'Amicizia lungo il fiume Brenta, dove saranno pronti a scattare scaglionati nelle 27 categorie, ciascuna delle quali eleggerà il suo nuovo campione e la nuova campionessa 2023.
Arrivano da 10 diverse regioni italiane, 1121 maschi e 963 femmine, hanno la tuta di 135 società sportive diverse, rappresentando 29 Comitati territoriali.

Emblematico e gratificante per il CSI il dato demografico, considerata la grande carica giovanile, visto che fra tutti i runner i soli adolescenti under 14 (oltre la soglia dei 1200) raggiungono il 60% dei crosser in gara. Partecipazione record, tanto che le categorie Esordienti (2012-2013) e Ragazzi ((2010-2011) sono state da regolamento suddivise per singole annualità.

I padroni di casa del comitato di Vicenza possono contare su 460 finalisti, Trento ne ha invece 332 al via, Lecco 289, Sondrio 171, Belluno 119. Più di 60 runner per Como, Milano, Reggio Emilia, Udine e Feltre.

Veneto e Lombardia vantano insieme la bellezza di 800 pettorali, fra i quali molto attesi i neocampioni regionali 2023. Tra i Ragazzi molto forti ci sono Niccolò Idiometri (Asd RIsorgive Vicenza) e Mattia Simeon del GS Astra di Lamon (BL). Il suo compagno bellunese, l’ex maratoneta Said Boudalia, appare tra i favoritissimi tra i Veterani A. Sicuro presente Giuseppe Tirinzoni, il campioncino del GP Talamona (lo scorso anno da esordiente vinse il cross nazionale a Fano e la strada a Bellano): è al suo primo anno Ragazzi (corre coi più grandi di lui), ma in Lombardia non ha avuto rivali. Immancabile anche dalla Valtellina Cinzia Zugnoni (CSI Morbegno), che arriva direttamente dalla Polonia, dove ha vinto ai Mondiali indoor master l'argento nei 3000 e nel cross. Nei Seniores da tenere d’occhio il tandem lombardo Cristian Menghi (GS Valgerola) e Giovanni Zugnoni (GP Santi-Nuova Olonio), come il compagno di squadra, Roberto Pedroncelli (GP Santi), categoria Veterani A, anche lui nel 2022 campione italiano strada e cross.

Molte le frecce nell’arco di Cortenova Lecco5 Stelle Seregnano Trento e Team Pasturo Lecco, ossia le tre società sul podio a Fano 2022 nella speciale classifica generale per società, che anche quest’anno andrà a premiare le migliori squadre nel cross dell’Atletica arancioblu.
Come sempre tifate e sudate le volatone della gara individuale nel parco naturalistico di Tezze sul Brenta, dove l’omonima società locale del CSI da 50 anni si allena e fa correre i suoi atleti. Alle 9.00 l’inizio delle gare di sabato con le Esordienti prime a scattare e poi, via via, tutte le altre categorie: Ragazzi, Cadetti, Allievi, Amatori, Veterani e Juniores. Alla campestre parteciperanno anche diversi ragazzi disabili inseriti a tutti gli effetti nel Campionato Nazionale, all’insegna del primo criterio sportivo del CSI: l’inclusione.

Attesi nei due giorni di gare e di premiazioni il sindaco Luigi Pellanda ed il presidente nazionale del CSI, Vittorio Bosio. Mattinata di staffette, invece, nella domenica delle Palme, dopo la Santa Messa di sabato alle 18.30 presso la Chiesa dei Santi Pietro e Rocco in cui don Alessio Albertini, assistente ecclesiastico nazionale, benedirà i rami di ulivo. L’atteso epilogo del Campionato Nazionale di campestre con la tradizionale Staffetta delle Regioni. Lì, in Via Manin alle 8.00, si ritroveranno le migliaia di crosser impegnati a passarsi il testimone, 5 frazionisti per squadra, sul campo di gara tracciato sulle strade del centro di Tezze sul Brenta

ARTICOLI CORRELATI

CATEGORIE

ULTIMI ARTICOLI