20.3 C
Roma
lunedì, 17 Giugno, 2024

fondato e diretto da Paola Severini Melograni

La Lega Serie A scende in campo con SIP/IRS e AIPO/ITS pneumologi italiani

Tutti uniti per respirare meglio. La Società Italiana di Pneumologia – Italian Respiratory Society (SIP/IRS) e l’Associazione Italiana Pneumologi Ospedalieri – Italian Thoracic Society (AIPO-ITS) scendono in campo assieme alla Lega Serie Ain occasione della 7ª Giornata del Campionato di calcio, in programma da sabato 30 settembre a lunedì 2 ottobre. Lo scopo è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza di respirare un’aria più pulita e migliorare la propria salute, perché è ormai un dato inequivocabile che la qualità dell’aria determina la salute della persona. Esiste infatti un diretto collegamento tra l’esposizione prolungata all’inquinamento atmosferico e le malattie respiratorie come dimostrato da recenti studi italiani ed europei.

Oggi, la salute respiratoria della popolazione italiana sta peggiorando: aumentano i casi di malattie respiratorie riconducibili a esposizioni ambientali di sostanze inquinanti. Cosa fare per migliorare l’aria che respiriamo? Già nei mesi scorsi, tra le molte attività realizzate, la Società Italiana di Pneumologia-Italian Respiratory Society (SIP/IRS), l’Associazione Italiana Pneumologi Ospedalieri – Italian Thoracic Society (AIPO – ITS) e Legambiente hanno lanciato l’iniziativa “Un albero per respirare” che ha permesso la piantumazione di 300 alberi in Puglia e Sicilia, un gesto dal significato simbolico che indica una delle strade da seguire per proteggere l’ambiente e noi stessi.

Per queste ragioni, la Lega Serie A insieme a SIP/IRS e AIPO-ITS, con il patrocinio del Ministero della Salute, lanciano un messaggio importante:

IL NOSTRO BENESSERE PASSA ATTRAVERSO UN RESPIRO. Prendiamocene Cura. 

Il respiro e la salute dei nostri polmoni saranno protagonisti indiscussi, al centro del campo, della 7ª giornata di campionato, in programma da sabato 30 settembre a lunedì 2 ottobre. In tutti gli stadi di serie A sarà trasmesso sui maxischermi lo spot sociale “La salute passa attraverso un respiro” che intende sensibilizzare gli spettatori circa l’importanza della prevenzione dellepatologie dell’apparato respiratorio. Si tratta di un video che contribuisce a divulgare le informazioni principali sulle varie patologiedel polmone e ad accrescere il livello di consapevolezza e di conoscenza delle diverse patologie che minacciano l’apparato respiratorio. Già mandato in onda su La7 e Sky dal 23 aprile al 6 maggio e sui canali Mediaset dal 30 aprile al 6 maggio, lo spot sarà diffuso in autunno anche sui canali televisivi RAI.

La scelta della 7ª di Campionato non è casuale, poiché è la data più vicina al 25 settembre, data in cui si celebra la Giornata Mondiale del Polmone 2023. Ricordiamo che, in occasione di questa Giornata, il Forum of International Respiratory Societies (FIRS) e tutte le Società nazionali di medici pneumologi ad esso afferenti nel mondo – SIP/IRS e AIPO-ITS – chiedono ai governi e agli operatori sanitari di “non lasciare nessuno indietro”, garantendo un accesso equo ai servizi di prevenzione e ai trattamenti per le patologie respiratorie e ai vaccini salvavita contro la polmonite per bambini. Questo impegno è particolarmente cruciale dato che l’80% dei decessi legati a malattie non trasmissibili si verifica nei Paesi a basso e medio reddito (LMIC). Secondo i dati raccolti da una ricerca appena pubblicata dalla prestigiosa testata The Guardian, il 98% dei cittadini europei respira aria di pessima qualità e inquinata oltre i livelli di guardia, causa di oltre 400mila morti premature. Questo enorme onere sanitario potrebbe essere evitato implementando interventi economicamente vantaggiosi, come la vaccinazione contro la polmonite e un migliore accesso ai servizi di prevenzione e ai farmaci per inalazione.

“L’associazione tra malattie respiratorie e qualità dell’aria è evidente, testimoniata da numerosi dati epidemiologici che mostrano in modo inequivocabile la stretta relazione tra salute ambientale e salute respiratoria – dichiara il professor Carlo Vancheripresidente di SIP/IRS – Per questo motivo la Società Italiana di Pneumologia, che ho l’onore di rappresentare, sta portando avanti, insieme ad AIPO, un progetto di sensibilizzazione della popolazione e dei decisori politici per far meglio comprendere come la salute dei nostri polmoni dipenda molto dalla qualità dell’aria che respiriamo. In questo contesto si sono mosse le ultime iniziative delle due società scientifiche pneumologiche. Spero che l’adesione della Lega Serie A a queste iniziative possa essere un mezzo efficace per veicolare il messaggio ai giovani, alle tante famiglie e a tutti coloro che, frequentando gli stadi, seguono lo sport più bello e popolare del mondo”.

“La salute respiratoria è in stretta relazione con quella ambientale” ribadisce Mauro Caronepresidente AIPO. “Non si può avere un “buon respiro” se l’ambiente in cui viviamo è fortemente inquinato. Purtroppo, assistiamo tutti i giorni ai danni dovuti all’inquinamento atmosferico e ai cambiamenti climatici. AIPO, ente del terzo settore, è molto sensibile a queste problematiche. In un’ottica di sensibilizzazione della popolazione generale circa questi temi, durante il congresso nazionale della Pneumologia tenutosi a Bari lo scorso giugno, con i colleghi di SIP/IRS abbiamo organizzato un talk show rivolto alla cittadinanza sul rapporto fra la salute ambientale e la salute respiratoria” conclude Carone.

ARTICOLI CORRELATI

CATEGORIE

ULTIMI ARTICOLI