21.9 C
Roma
domenica, 14 Aprile, 2024

fondato e diretto da Paola Severini Melograni

Nuoto e solidarietà: il 18 e 19 novembre la nona edizione di “Una vasca per Aisla Firenze”

Gonella: “Dalla maratona di nuoto un sostegno fondamentale ai nostri servizi”. Guccione: “Siamo al fianco di Aisla”. Milani: “Assistenza, Formazione e Informazione fondamentali”. Armentano: “Sport e Istituzioni al fianco delle persone con Sla”. Bresci: “Diffondiamo il messaggio di Aisla”. Mancini: “Viola Swim Team lieto di collaborare con Aisla”

Torna la maratona di nuoto di ventiquattro ore per le persone con Sla: è la nona edizione che si svolgerà all’impianto dell’U.S. Africo San Marcellino. Un traguardo importante per Aisla Firenze che ha mantenuto e rinnovato questo appuntamento, superando anche la prova del Covid. Per il secondo anno consecutivo anche Aisla Prato organizza una maratona di nuoto in contemporanea. Per quest’anno, grazie al Banco Fiorentino e alla Fondazione Fratini, tra major donors dell’iniziativa, è stato istituito un “jackpot” da 3000 euro ma solo a una condizione: superare il record dei 500 km nuotati (20.000 vasche).

“Torna il nostro evento più bello e più partecipato”. Così la Presidente Barbara Gonella, presentando la nona edizione di “Una vasca per Aisla Firenze” che l’anno scorso ha visto la partecipazione di oltre 300 persone (oltre 6 mila euro raccolti). “Abbiamo superato anche gli anni duri della pandemia – ha ricordato Gonella – e non abbiamo mai mollato, per loro, per tutti i malati di Sla e le loro famiglie, oltre 100 nel territorio, che hanno trovato in Aisla Firenze persone che hanno accolto la loro sofferenza e che offrono quotidianamente un aiuto competente e soprattutto umano attraverso servizi domiciliari, terapie, consulenze, tutela”. “È necessario un lavoro di squadra – sottolinea ancora – per lottare contro un mostro come la Sla. Le Istituzioni sanitarie e politiche devono fare la loro parte, noi Volontari di Aisla facciamo la nostra: la collettività può fare tantissimo sostenendo l’Associazione con donazioni e partecipando alla maratona di nuoto di 24 ore, nuotando una vasca per Aisla Firenze il 18 e 19 novembre. Grazie a chi sostiene l’evento da anni, in particolare al Direttore della piscina di San Marcellino Riccardo Grillandini e all’U.S. Affrico che metteno a disposizione l’impianto, oltre a Regione Toscana, Città Metropolitana e Comune di Firenze che hanno dato il Patrocinio”.

“Un progetto importante che porta in acqua una staffetta di solidarietà di 24 ore – ha sottolineato l’Assessore allo Sport Cosimo Guccione – siamo al fianco di Aisla perché è necessario tenere alta l’attenzione su una malattia che colpisce tantissime persone e le loro famiglie. E quella di Aisla è un’istanza quanto mai sentita dai fiorentini”. “A Firenze si fa solidarietà attraverso lo sport – ha aggiunto – ringraziamo le società sportive, il terzo settore e il volontariato per quello che fanno in questo percorso così importante di condivisione, sensibilizzazione e aiuto”.

“Un dovuto ringraziamento ad Aisla per il grande lavoro che svolge per cercare di aiutare chi soffre di questa malattia terribile. La Sla – continua il presidente del Consiglio comunale Luca Milani – non colpisce soltanto le persone ma coinvolge anche i familiari ed i parenti che sono enormemente coinvolti. Una malattia che progredisce in maniera irreparabile. Occorre assistenza, formazione, informazione perché quando si ha questa diagnosi ti cade il mondo addosso e rischi di rimanere abbandonato a te stesso ed al proprio destino. È importante l’attività di Aisla che è riuscita ad avere tante forme di collaborazione che per questa iniziativa si sono unite per Una vasca per Aisla Firenze. Il problema di un singolo diventa un problema di tutto. Solo attraverso questo meccanismo una società sta in piedi”.

Sul valore dello sport il Consigliere Delegato allo Sport della Città Metropolitana di Firenze Nicola Armentano sottolinea: “Sport e istituzioni insieme per sostenere i malati e le loro famiglie in una difficile e complessa malattia come è la Sla. Lo sport che vuole essere solidale che vuole essere accanto a chi si impegna per rendere la vita altrui migliore. Oggi ci piace esserci proprio perché crediamo che lo sport possa essere anche questo. E ringraziare tanti che contribuiranno con una loro partecipazione in vasca ad aiutare i malati di Sla”.

“È un grande piacere – ha dichiarato il Presidente toscano Roberto Bresci – per la Federazione Italiana Nuoto essere vicino anche quest’anno ad Aisla Firenze nella maratona di nuoto a sostegno delle persone con Sla. L’acqua e il nuoto sono gli elementi che ci accomunano in questo evento straordinario, ma il percorso che vogliamo fare insieme deve andare ben al di là di questa ventiquattro ore. Da parte nostra ci impegneremo al massimo delle nostre possibilità per diffondere il messaggio di Aisla e per far sì che tutti i nostri tesserati siano partecipi del progetto di Aisla”.

E a proposito di nuoto, Filippo Mancini, vicepresidente di Viola Swim Team, dice: “Siamo contenti di avere l’occasione di poter presentare e promuovere le nostre attività e i nostri obiettivi e annunciare la nostra collaborazione con Aisla Firenze”.

“Una vasca per Aisla Firenze” ha il patrocinio di: Regione Toscana, Città Metropolitana di Firenze, Comune di Firenze, FIN Toscana. Major Donors: Banco Fiorentino, Fondazione Fratini, La Compagnia di Babbo Natale. Sponsor e partner: U.S. Affrico, Bertrand, Abbigliamento TOTI, The Florence Irish Pub, Ottica Vogue, Caffè Pasticceria Lorenzo, Misericordia Campo di Marte. Media partner: Radio Toscana e Radio Firenze.

Donazione minima di 10 euro, tutte le informazioni su www.aislafirenze.it

ARTICOLI CORRELATI

CATEGORIE

ULTIMI ARTICOLI