34.7 C
Roma
giovedì, 20 Giugno, 2024

fondato e diretto da Paola Severini Melograni

Stefano Disegni torna a Trani per presentare il suo detective col dittongo

Stefano Disegni torna a Trani per presentare il suo detective col dittongo
facebook

tweet

invia
Trani
il 8 agosto 2021 alle ore 18:30
Un viaggio negli anni ’80, un’immersione in quel decennio che fu colorato e divertente, che per coloro che erano nati e li hanno vissuti è un tuffo nel passato, mentre per gli altri nati successivamente è una scoperta
Indirizzo Polo Museale

Stefano Disegni torna a Trani per presentare il suo detective col dittongo
n.c. © n.c.
Domenica 8 Agosto 2021, alle ore 18,30, presso il Polo Museale di Trani, Piazza Duomo 8, Stefano Disegni torna a Trani per un incontro con il pubblico durante il quale presenterà il suo libro “Fabrizio Ialongo – Il detective col dittongo” noir e rock ‘n’ roll nei ruggenti anni ’80, per giovani ignari e gente che c’era!, pubblicato da Sagoma Editore (primo volume della nuova collana Sagoma Comics).

L’incontro, aperto al pubblico secondo le normative Covid, sarà condotto da Giuseppe del Curatolo.

Le storie rock-noir con protagonista Fabrizio Ialongo sono ambientate nel mondo musicale, negli anni ’80. Tra i casi più clamorosi sui quali il detective indaga, sono implicati personaggi mitici protagonisti degli anni ’80, quali Michael Jackson alle prese con walzer viennesi o Billy Idol,

tradizionalmente punk e cattivissimo che si ritrova ad aiutare una parrocchia, ma anche Jimi Hendrix che si fa una storiella a San Giuseppe Vesuviano.

Un viaggio negli anni ’80, un’immersione in quel decennio che fu colorato e divertente, che per coloro che erano nati e li hanno vissuti è un tuffo nel passato, mentre per gli altri nati successivamente è una scoperta.

Un libro di fumetti, ma non solo. Le indagini di Fabrizio Ialongo ci riportano ad anni in cui la vita sembrava facile, colorata, divertente, spensierata (sempre ad avere qualche soldo in tasca). Una rievocazione in chiave umoristico-musicale di un periodo scoppiettante che ha visto meteore artistiche apparire e scomparire, i più bravi restare e crescere nei decenni successivi. Un sussulto esilarante in una golden age da riscoprire e raccontare mediante fumetto e altro, insieme a Fabrizio Ialongo il Detective col Dittongo.

Il volume è composto da tavole originali del 1985/86 pubblicate al tempo su Tuttifruttti, un mensile di musica pop e mai più ristampate, più, bonus, l’ultima storia, realizzata oggi, per confronto. Per giovani ignari e gente che c’era, come da copertina.

Tra una storia e l’altra, ad uso dei “giovani ignari”, sono presenti pagine ricche di riferimenti e particolari, attinenti al mitico decennio: cose che si vedono nelle storie e che oggi non esistono più, oggetti, abiti, personaggi.

STEFANO DISEGNI

Stefano Disegni, famoso fumettista satirico, scrittore e autore televisivo di programmi di successo come Lupo Solitario, l’Araba Fenice, Tintoria, Convenscion o Cavalli di Battaglia con Gigi Proietti, ha al suo attivo numerosi libri scritti e disegnati. In coppia con Massimo Caviglia fino al 1997, tra le altre opere, ha prodotto un fumetto multimediale intitolato Razzi amari (con una musicassetta allegata da ascoltare durante la lettura) edito da Comix. È il creatore dello Scrondo e di Franco II e Franco III. Vincitore per quattro volte del Premio Satira di Forte dei Marmi, pubblica le sue strip su Il Fatto Quotidiano, sul Corriere della Sera, su Ciak, magazine di cinema, e su altre testate. È stato direttore delle riviste satiriche Cuore e Il Misfatto. Come cantante, compositore e armonicista se ne va, anzi, se ne andava (virus bastardo) in giro con un’ottima rockband, pubblicando nel corso del tempo tre CD. È individuo gentile, moderno e aperto al dialogo.

Dal 2020 partecipa al programma O anche no “dedicato al mondo della disabilità senza i soliti pietismi”, disegnando vignette sul tema e commentandole insieme all’ideatrice e conduttrice

Paola Severini Melograni. Questo suo impegno lo porta, al termine della presentazione del libro, a prendere parte alla serata finale de “Il Giullare”, in programma sempre in Piazza Duomo.

Articolo di Ostunilive.it

ARTICOLI CORRELATI

CATEGORIE

ULTIMI ARTICOLI