24.3 C
Roma
lunedì, 15 Aprile, 2024

fondato e diretto da Paola Severini Melograni

Nonne d’Italia: Paola Severini Melograni e i modelli di comportamento per i più giovani

Di seguito la rubrica “Nonne d’Italia” del primo ottobre 2023: 

Gentile Donna Paola,

le scrivo a proposito del bel discorso del nostro Primo Cittadino, Sergio Mattarella (che Dio ce lo conservi) fatto in occasione dell’inizio del nuovo anno scolastico. Rispetto dei genitori e degli insegnanti, e buoni modelli da seguire. Sembra scontato invece io sono basito da quello che si vede e si sente, in particolar modo in televisione

.Come possiamo insegnare ai nostri nipoti se vedono i cosiddetti personaggi ai quali è tutto permesso? Io sono scandalizzato. È come la tela di Penelope, c’è chi fa e chi disfa.

La saluto con stima e gratitudine.

Eugenio F.G.

Caro nonno Eugenio,

condivido tutte le sue parole,ma devo purtroppo constatare che nel grande gioco della comunicazione vince la moneta cattiva, perché stimola e provoca i famosi social che con le loro interazioni si permettono di dare una patente di popolarità a persone che non dovrebbero mai e poi mai essere considerati modelli di comportamento. Non voglio qui fare nomi, perché “ufficialmente” si tratta di “colleghi”. Sono profondamente amareggiata però. È davvero la tela di Penelope, e spero che le parole del nostro Capo dello Stato arrivino finalmente a chi ha il potere di decidere cosa mandare in onda e cosa no. Intanto i bambini (perché a a dodici anni, in particolare i maschi SONO bambini) vedono pornografia. E’ il logico proseguimento di storie volgari, che aprono la strada a qualunque narrazione. Dipende solo da noi scegliere, valutare e finalmente proibire certe visioni (non solo quelle smaccatamente vietate ai minori ma anche quelle che passano per racconti di personaggi che entrano ed escono dalle patrie galere o che entrano e escono in vesti che un giorno sono una cosa e il giorno dopo un’altra). Aggressività, volgarità, esibizionismo spacciate per novità e grandi successi. E qui mi fermo. Conservare la bellezza, anche dei gesti e del comportamento, nel Paese più bello del mondo, dovrebbe essere considerata la prima legge.

Sono di ritorno da Lucca dove ho seguito una due giorni sul tema dei Beni Culturali, Lubec si chiama e ho parlato dell’accessibilità al nostro patrimonio artistico, monumentale, ambientale. Una accessibilità che dovrebbe essere universale. Lo abbiamo raccontato ad O anche no questa estate (a proposito, stamattina alle 10,20 su rai 3 e in replica lunedì notte all’una e un quarto riprende la trasmissione) e vogliamo  i continuare a farlo. Fra poco riprenderà anche il “cacciatore di sogni” del bravo collega Stefano Buttafuoco, e poi non c’è bisogno che le dica di Alberto Angela!

La televisione è sempre una maestra, non solo cattiva, come diceva Popper, anche ottima!

A presto caro nonno e mi scriva a proposito di quello che lei ritiene positivo per l’educazione dei nostri ragazzi.

Sua Nonna Paola

severini.paola@gmail.con


Fonte: questa rubrica Nonne d’Italia viene pubblicata sul giornale “Il Giorno” tutte le domeniche, potete trovare gli articoli precedenti su: https://nonneditalia.wordpress.com/

ARTICOLI CORRELATI

CATEGORIE

ULTIMI ARTICOLI