17.3 C
Roma
mercoledì, 28 Febbraio, 2024

fondato e diretto da Paola Severini Melograni

Scomparsa del Mons. Prof. Luigi Secco: messa esequiale venerdì 7 Aprile

Il 3 aprile a Bassano del Grappa (Vicenza), all’età di 89 anni, dopo una vita piena di frutti, è serenamente morto Luigi Secco, uno dei massimi esperti di pedagogia interculturale, fra i pochi veri pionieri in Italia. Accanto al suo prezioso servizio di sacerdote cattolico, è stato uno studioso di fama internazionale, realizzando oltre 150 pubblicazioni. Don Luigi Secco è originario di Piazzola sul Brenta e da più di 40 anni ha vissuto a Bassano del Grappa. Per quasi trent’anni è stato professore di pedagogia, prima a Padova, poi a Verona. All’Università di Verona ha ricoperto il ruolo di professore ordinario, oltre che l’incarico di preside della facoltà di Lettere e Filosofia e Prorettore, ha organizzato numerosi incontri e convegni internazionali e cofondato il Centro Studi Interculturali. Per la sua brillante attività accademica ha ricevuto il titolo di professore emerito dal Ministero dell’Istruzione. A Bassano, oltre per la amorevole opera sacerdotale, è ricordato soprattutto per la sua preziosa attività all’interno del Collegio Vescovile Graziani. Si è distinto anche come co-fondatore dell’istituto di Etica ed economia e del centro studi F. M. Larizza e, nel 2009, è stato decorato con il premio alla cultura.

Luigi Secco, nato a Presina di Piazzola Sul Brenta (Padova) il 3 luglio 1927, ha eseguito i suoi studi nel Seminario Vescovile di Vicenza. Fu ordinato sacerdote da Mons. Carlo Zinato il giorno 8 gennaio 1950 a Presina. Inviato a Roma è stato alunno del Seminario Lombardo frequentando la Facoltà di Diritto Canonico presso la Pontificia Università Gregoriana. Laureato 1953 in Diritto Canonico. Ha avuto diverse mansioni in Vicenza: in Curia e nell’Azione Cattolica(1952-1958), in Seminario come Vice Rettore e docente di Diritto Canonico e Morale (1958-1967). Ha insegnato Morale presso il Seminario teologico scalabriniano di Bassano del Grappa, Pedagogia al Seminario Vescovile di Padova (tre anni) e allo Studio Teologico S. Giustina in Padova (tre anni) e allo Studio Teologico S. Zeno di Verona dal 1980 al 1999. Dal 1964 è stato Giudice del Tribunale ecclesiastico regionale del Veneto.

Secco è stato docente di Lettere nelle medie di primo grado dal 1963 al 1966, assistente volontario presso la Cattedra di Pedagogia del Prof. Marcello Peretti dell’Università di Padova dal 1964 al 1969, professore incaricato di Pedagogia all’Università di Padova nella sede Staccata di Verona dal 1969 al 1980 (uno dei primi professori), professore Straordinario di Pedagogia dal 1.11.1980 e nominato Ordinario di Pedagogia (presa di servizio il 26.1.1984) con insegnamento di Pedagogia presso la sede staccata dell’Università di Padova in Verona. Dal 1 novembre 1982 passa alla nuova costituita Università di Verona, ove tiene l’insegnamento di Pedagogia fino all’entrata in fuori ruolo nel 1.11.1997. Durante tali anni ha ricoperto i seguenti incarichi istituzionali: Direttore dell’Istituto di Scienza dell’educazione dal 1983 al 1988; Presidente del Corso di Laurea di Pedagogia della Facoltà di Magistero negli anni 1987 e 1988; Prorettore dell’Università di Verona dal 1984 al 1988 con l’incarico di delegato alle funzioni attinenti la vigilanza sui servizi amministrativi e contabili; Preside della Facoltà di Magistero, trasformata poi in Lettere e Filosofia, dal 1988 al 1997. II Ministro dell’Università Moratti gli conferì il titolo di professore universitario “emerito” (16 novembre 2001).

Fra i suoi numerosi incarichi di attività connesse con la didattica, giova ricordare soprattutto: Socio collaboratore dell’Istituto Internazionale J. Maritain dal 24 aprile 1988; Presidente dell’Upad (Università Popolare Alpi Dolomitiche) di Bolzano; Membro e collaboratore scientifico della Direzione dell’Accademia di Studi Italo-tedeschi di Merano dal 1994; Socio Ordinario e collaboratore scientifico dell’Accadernia Olimpica di Vicenza dal 1988; Presidente del Centro Studi

F.M. Larizza di Bassano del Grappa (VI) dalla fondazione (1979); Socio fondatore della istituzione Scuola di Etica ed economia’ di Bassano del Grappa (Vicenza), la quale svolge attività di formazione per aspiranti imprenditori con corsi residenziali della durata di sei mesi per giovani di tutto il mondo, specie dei Paesi poveri.

Per quanto attiene l’attività di ricerca, i filoni principali sono stati l’educazione alla volontà, i fondamenti della pedagogia generale e la pedagogia interculturale. In tali ambiti ha aperto anche delle vie di cooperazione internazionale, specie con la Paedagogische Hochschule di Reutlingen e di Freiburg in Brisgovia (Germania), con il Marasleion Didaskaleion di Atene, con le Università greche di Salonicco e Florina, con l’Università di Southempton (Inghilterra), organizzando seminari e convegni internazionali. Oltre ad essere stato curatore e direttore di numerose collane, ha realizzato oltre 150 pubblicazioni in libri e riviste. Fra le più significative sono sicuramente da ricordare: L‘educazione della volontà, La Scuola, Brescia l983; Dall’educabilità all‘educazione, Morelli, Verona, 1999; Pedagogia interculturale: Problemi e concetti, La Scuola, Brescia, 1992; L‘educazione umanistica interculturale nelle agenzie educative. CEDAM, Padova, 1999; Educabilità, educazione e pedagogia nella società complessa, UTET, Torino, 2007. La sua opera all’interno del collegio vescovile Graziani è stata celebrata nel libro, “1903-2003 Cento anni di impegno educativo“.

In occasione di un’intervista rilasciata a Bassano in ambito del Premio cultura, don Secco affermava «Sono molto soddisfatto perché ho sempre ritenuto Bassano una città di cultura, ma il premio più grande è l’affetto e la riconoscenza degli ex studenti universitari. Ho sempre cercato il contatto, usando un linguaggio comprensibile, non altisonante. E molti studenti si sono sentiti capiti e ancora adesso mi riferiscono che riuscivo a trarre da loro le migliori energie. Molti mi scrivono ancora: è importante perché credo ci sia più bisogno di umanità che di tante altre cose».

Ci hai fatto tanti doni, Prof. don Luigi Secco, sei stato un vero maestro, un pioniere un apripista, una persona integra e congruente che non ha mai temuto di affrontare i potenti, sempre al servizio della giustizia e degli ultimi. Hai saputo parlare ai cuori, oltre che aprire le menti e tirare fuori il meglio di ogni persona umana per aiutarla a raggiungere «la propria personale forma migliore di vita», senza cadere nell’estintualità e senza condizionamenti esterne. Ti abbiamo voluto tanto bene e ci mancherai. Dopo tanta fatica, ci piace ricordarti sereno e in pace. Possa ora il Signore ammetterti a godere della luce del suo volto.

La messa esequiale sarà venerdì 7 Aprile alle ore 15.00 presso la Chiesa di San Francesco a Bassano del Grappa, Vicenza.

ARTICOLI CORRELATI

CATEGORIE

ULTIMI ARTICOLI