Fu fondata a Genova da un reduce di guerra che aveva perso la vista in un'azione militare durante il primo conflitto mondiale, Aurelio Nicolodi, il 26 ottobre 1920.

    Tra le prime battaglie, spicca l’impegno affinchè alle persone cieche venisse riconosciuto il diritto all’istruzione e al lavoro, in tempi in cui la disabilità era vissuta come uno stigma da nascondere o tutt’al più da compatire. A distanza di un secolo, queste battaglie sono ancora tutt’altro che vinte, ma enormi passi avanti sono stati fatti sulla strada dell’inclusione.

     

    CONFCOOPERATIVE ROMA E CARITAS ROMA DANNO VITA A UN POLO DI AVVIAMENTO E INSERIMENTO LAVORATIVO

     

    ROMA – Confcooperative Roma e la Caritas Diocesana di Roma hanno sottoscritto oggi un protocollo di intesa per favorire l’inserimento lavorativo delle persone in difficoltà, dando vita di fatto a un vero e proprio incubatore professionale finalizzato al collocamento. Tale misura è nata per dare una risposta concreta al disagio sociale, drammaticamente aumentato dopo l’emergenza Covid. La collaborazione tra le due realtà darà inizio a un’interlocuzione intensa e continua in modo che la Caritas Diocesana di Roma selezioni le figure più idonee a ricevere sostegno, e Confcooperative Roma provveda a trovare loro una collocazione adeguata in un’impresa associata. I più giovani saranno soprattutto indirizzati verso percorsi e progetti di formazione professionale e imprenditoriale, facendo leva soprattutto sul programma CoopUp; negli altri casi si provvederà a un diretto inserimento lavorativo. L’intervento rientra nell’ambito dell’Alleanza per Roma, la misura condivisa dalla Diocesi di Roma, Regione Lazio e Comune di Roma per coordinare le realtà del terzo settore al supporto delle categorie più colpite dalle conseguenze dell’emergenza sanitaria. In tale quadro interistituzionale su volontà di Papa Francesco è stato istituito anche il “Fondo Gesù Divino Lavoratore”, proprio per garantire una copertura economica a questo progetto. 

    Questa collaborazione tra la Caritas Diocesana di Roma e Confcooperative Roma rappresenta un importante impulso a questo processo di solidarietà nella città di Roma, un modello di sussidiarietà attraverso il quale il mondo del No-Profit si adopera per contribuire al Bene Comune in un momento di particolare emergenza sociale, economica e lavorativa.

     

    «Una delle nostre mission – ha spiegato Marco Marcocci, Presidente di Confcooperative Roma – è proprio quella di sviluppare forme di collaborazione per la promozione e il sostegno di azioni, progetti e iniziative volte ad uno sviluppo di politiche sociali. Per questo abbiamo accolto con grande motivazione questa iniziativa. Purtroppo negli ultimi mesi è drasticamente aumentata la povertà e ognuno quindi è chiamato a fare la sua parte per dare sostegno a chi ha realmente bisogno. Ci auguriamo che tante famiglie possano trarre beneficio da questa nostra collaborazione con la Caritas Diocesana di Roma e che possano trovare forza e motivazione per andare avanti».

    «Non basta più condividere solo il superfluo. È quanto ci ha invitato a fare papa Francesco per affrontare questo tempo di sofferenza come un’opportunità di rinascita. Una crisi epocale può essere l’occasione per immaginare tutti insieme un mondo più equo e più attento ai bisogni degli ultimi solo se ognuno, per la sua parte, si senta protagonista della rinascita della nostra comunità. Con questo spirito nasce l’Alleanza per Roma che promuoviamo insieme a Confcooperative Roma e a molti altri organismi» ha detto don Benoni Ambarus, Direttore della Caritas di Roma.

    16 milioni di euro a sostegno di 400 Enti del Terzo Settore, che impiegano  stabilmente 25.000 lavoratori e 18.600 volontari. Un lavoro straordinario per  aggregare risorse in risposta alla crisi generata dalla pandemia e preservare i servizi  alle comunità. 

    Dalle 1.400 richieste pervenute tramite il Bando LETS GO! emerge una fotografia del  bisogno reale: oltre il 60% delle richieste per servizi alla persona, di cui il 40%  riguarda servizi per l’infanzia e poi disabilità e anziani. Importante sostegno al  settore culturale con 4,5 Ml di euro. 

    Per tutto il mese di ottobre è possibile donare pasti caldi, in cambio una piccola sorpresa

    11 Ottobre 2020 - 06:09

    TechSoup Days 2020

    Scritto da

    L'evento online sulla trasformazione digitale dedicato agli operatori del Terzo Settore​ il 12 e 13 novembre 2020 online

    Il nuovo corso di laurea triennale sarà avviato nel prossimo anno accademico nell’Università di Padova, città che nel 2020 è Capitale europea del volontariato. 

    Un concerto da record: l’Inno alla gioia suonato contemporaneamente in 50 città italiane. Succederà giovedì 1 ottobre, alle ore 11, per salutare l’ ottava edizione della Giornata Europea delle Fondazioni promossa dal network europeo delle associazioni nazionali delle Fondazioni di origine bancaria (Dafne) per diffondere una maggiore riconoscibilità del ruolo e dell’attività delle Fondazioni di origine bancaria in ambito comunitario.

    L’AIL Associazione Italiana contro Leucemie, linfomi e mieloma, con il contributo non condizionante di Pfizer, presenta la prima Scuola Nazionale di Formazione per i Volontari a sostegno dei pazienti ematologici in una conferenza stampa dal titolo “Terzo settore e volontariato. Un ponte verso il futuro, un patrimonio della società civile”, che si terrà martedì 6 ottobre alle ore 11.30 a Roma presso la Sala Angiolillo di Palazzo Wedekind (Piazza Colonna,366). L’evento sarà visibile anche in diretta streaming, e i giornalisti accreditati avranno la possibilità di partecipare attivamente alla conferenza grazie a un collegamento riservato su una piattaforma digitale.

    Torna la Festa provinciale del volontariato e della solidarietà di Padova, quest’anno alla sua diciassettesima edizione. L’appuntamento è per domenica 27 settembre 2020 in Prato della Valle a Padova. Per il mondo del volontariato, che ha saputo rileggersi e continuare pur nelle molteplici difficoltà che si sono presentate a causa della pandemia, la festa vuole  ribadire che si può essere vicini, senza esserlo fisicamente. 

    Arriva a Milano, grazie alla collaborazione con Terre des Hommes e Banco Alimentare della Lombardia, il progetto di solidarietà circolare SPESASOSPESA.ORG per aiutare le persone bisognose e la lotto allo spreco alimentare

    Circa 160.000 Euro distribuiti nei territori dal primo mese della nascita del progetto, oltre 30,5 tonnellate di cibo consegnato, di cui il 55% venduto e il 45% donato attraverso la piattaforma blockchain Regusto. Oltre 15.000 prodotti per l’igiene personale, la casa e l’infanzia.

    Page 1 of 394

    Please publish modules in offcanvas position.

    We use cookies

    Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.