10.3 C
Roma
sabato, 24 Febbraio, 2024

fondato e diretto da Paola Severini Melograni

CaLibro Africa: Il programma del Festival

Città di Castello, 28 settembre – 1 ottobre

Da giovedì 28 settembre a domenica 1 ottobre 2023, appuntamento a Città di Castello con CaLibro Africa, il festival degli scrittori e delle scrittrici africani e afrodiscendenti: quattro giorni di incontri imperdibili fra letteratura, musica e cinema.

Fra gli ospiti internazionali il vincitore del Prix Goncourt Mohamed Mbougar Sarr, il vincitore del Booker Prize Damon Galgut e la vincitrice del Nigeria Prize for Literature Cheluchi Onyemelukwe-Onubia. Fra gli ospiti italiani Igiaba Scego, Chiara Piaggio, Anna Maria Gehnyei, Ubah Cristina Ali Farah, Djarah Kan, Tommaso Giartosio, Pap Khouma, e molti altri. Non mancheranno una rassegna cinematografica a cura di Alessandro Jedlowski, e la sezione “Piccoli CaLibri” con laboratori e letture per bambini e bambine.

IL PROGRAMMA

GIOVEDÌ 28 SETTEMBRE

Ore 21, Teatro degli Illuminati
L’immortalità più un giorno
Una lezione di Eugène Ébodé

VENERDÌ 29 SETTEMBRE

Ore 10.30, Nuovo Cinema Castello
Kasala!
Un film di Ema Edosio – Introduzione di Alessandro Jedlowski

Ore 16, Biblioteca Carducci
Africana
Raccontare il continente al di là degli stereotipi
Con Igiaba Scego e Chiara Piaggio

Ore 18, Biblioteca Carducci
The Passenger: Nigeria
Con Cheluchi Onyemelukwe-Onuobia e Chiara Piaggio

Ore 21, Teatro degli Illuminati
Damon Galgut
Con Ludovica Lugli, e con Simone Nocchi (pianoforte) e Andrea Biagini (flauto)

SABATO 30 SETTEMBRE

Ore 9.30, Nuovo Cinema Castello
Rafiki
Un film di Wanuri Kahiu – Introduzione di Alessandro Jedlowski

Ore 11.30, Sala Consiliare, Palazzo Comunale
La lotta è la mia vita
Dieci anni dalla scomparsa di Nelson Mandela
Con Goffredo Fofi, Alessandro Triulzi e gli interventi teatrali di Enrico Paci e Massimo Boncompagni

Ore 16, Biblioteca Carducci
Scritture afroitaliane, Parte 1
Igiaba Scego, con Lara Ricci

Ore 18, Giardino della Pinacoteca
Amira Ghenim
Con Giorgia Sallusti e Chiara Comito

Ore 21, Teatro degli Illuminati
Mohamed Mbougar Sarr
Con Davide Coppo e la musica di Gianluca Franchi e Matteo Bianchini

DOMENICA 1 OTTOBRE

Ore 10.30, Auditorium di San Giovanni Decollato
Tutto quello che non abbiamo visto
Tommaso Giartosio e Pap Khouma, con Giorgia Sallusti

Ore 11.30, Auditorium di San Giovanni Decollato
Scritture afroitaliane, Parte 2
Cristina Ubah Ali Farah e Anna Maria Gehnyei, con Lara Ricci

Ore 16, Biblioteca Carducci
Omenana
La fantascienza africana
Con Chiara Reali, Giulia Lenti e Djarah Kan

Ore 18, Giardino della Pinacoteca
Cheluchi Onyemelukwe-Onuobia
Con Lara Ricci

Ore 21, Teatro degli Illuminati
Zam!
Ebale Zam Martino in concerto
Con Ivan Teobaldelli e i musicisti Vladimir Kostov, Koffi Sadjo Hetsu e Octave Agbekpenou

Piccoli CaLibri
Laboratori per bambine e bambini 0-99 anni
Museo della Tela Umbra

MOABI
A far pace con la foresta

Sabato 30 settembre, tre turni: 10.30-12.30 / 14.30-16.30 / 16.30-18.30: Un laboratorio con Ruggge – Scenografia a cura di Irene Coveri
Domenica 1 ottobre, ore 16.30: Lettura scenica di Moabi, di Mickaël El Fathi, e merenda
(dalle 15 alle 19, visitabile la mostra di Ruggge e dei laboratori)

TUTTI GLI EVENTI SONO A INGRESSO LIBERO FINO A ESAURIMENTO POSTI

«Le Edizioni E/O sono felici e orgogliose di unirsi quest’anno alla magnifica squadra di CaLibro per organizzare a Città di Castello il primo festival di letterature africane in Italia e anche uno dei primissimi al mondo. Da anni la nostra casa editrice ha proposto al pubblico italiano autrici e autori straordinari dall’Africa, dimostrando la vitalità e l’originalità delle letterature di quel continente. Adesso avere molti di quegli autori in Italia, in una città e in un territorio ricchi di arte e cultura, è un segnale dell’apertura del nostro paese nei confronti della cultura africana. Aspettiamo dunque che accorrano al Festival CaLibro Africa tante persone desiderose di ascoltare le voci del continente africano in uno scenario di grande bellezza».
Sandro Ferri, Edizioni E/O

«Accogliamo con molto piacere il ritorno di CaLibro, che, con l’edizione speciale CaLibro Africa, offrirà un fine settimana a contatto con autori e testi di grande interesse, ponendo sotto i riflettori la produzione e la cifra culturale dell’Africa” dichiara l’assessore alla Cultura del comune di Città di Castello Michela Botteghi. “Spesso colleghiamo l’Africa alle emergenze internazionali ma CaLibro Africa e la prestigiosa collaborazione con la casa editrice E/O ci ricordano che questo continente è piuttosto un laboratorio di pensiero, cultura, letteratura e storie di cui il mondo non può fare a meno. A Città di Castello, con una tradizione tipografica secolare, la parola scritta ritrova ogni anno con CaLibro uno spazio franco dove riconciliarsi con i molteplici modi in cui l’uomo ha provato a non farla disperdere ed in particolare con la forma che ha assunto nell’esperienza dei contemporanei: il libro. L’amministrazione è certa che l’incontro con CaLibro Africa sarà anche una delle occasioni per conoscere Città di Castello, il Rinascimento nell’Umbria medievale nell’anno del Cinquecentenario di Luca Signorelli, e l’arte di Alberto Burri, che qui ha voluto i suoi musei tematici».
Michela Botteghi, assessore alla cultura di Città di Castello

«Quest’anno CaLibro compie dieci anni: niente male per un piccolo e artigianale festival di provincia come il nostro, no? Noi organizzatori o organizzatrici del festival mai avremmo sperato di festeggiare questo inaspettato decennale con una metamorfosi così sorprendente: quella in CaLibro Africa! Pensare che per le strade della nostra Città di Castello cammineranno tutti questi strepitosi scrittori e scrittrici africane e afrodiscendenti ci riempie di un entusiasmo eguagliato solo dalla contentezza di accogliere tutti e tutte coloro che accorreranno a incontrarli, a salutarli e, soprattutto, ad ascoltarli. Damon Galgut, per esempio, volerà da Città del Capo a Città di Castello: incredibile, eh? E che dire di Mohamed Mbougar Sarr o di Eugène Ébodé? E di Cheluchi Onuobia-Onyemelukwe o di Amira Ghenim? E delle scrittrici afroitaliane che verranno a trovarci? E di tutte e tutti gli altri ospiti in programma? Saranno giorni in cui Città di Castello sarà grande quanto l’Africa, e l’Africa quanto il mondo, e il mondo quanto le loro storie, e quelle storie quanto i nostri comuni orizzonti».
Lorenzo Alunni, per il gruppo CaLibro

L’idea di organizzare il festival CaLibro Africa nasce dall’incontro fra Edizioni E/O e CaLibro Festival, due realtà fra le più vivaci del panorama nazionale. In oltre quarant’anni di attività, le Edizioni E/O, hanno avuto un ruolo determinante nella diffusione in Italia e all’estero di opere considerate ormai dei classici della letteratura africana. Basti pensare ad autori come Ahmadou Kourouma, Chinua Achebe e Abasse Ndione fra i tanti. Dal canto suo, CaLibro Festival, arrivato alla sua decima edizione, si è guadagnato una posizione di rilievo nel panorama degli eventi dedicati ai libri, attraverso l’originalità della proposta e delle modalità di incontro con gli ospiti del festival e il suo pubblico.

Per maggiori informazioni sul programma, su come organizzare viaggio e permanenza a Città di Castello: https://www.calibrofestival.com

Con il patrocinio del Comune di Città di Castello e della Regione Umbria – Assemblea Legislativa. Con il sostegno di Aboca Edizioni e Coop Centro Italia, Rotary Club Città di Castello, Fondazione Poiesis, insieme a Olio Ranieri, Edilgiorni, Slope e Vittoria Assicurazioni Città di Castello. E con il supporto di Officina Digitale, Tipografia Grifani Donati e Libreria Paci La Tifernate.


Fonte: https://www.edizionieo.it/news/2618/calibro-africa-programma

ARTICOLI CORRELATI

CATEGORIE

ULTIMI ARTICOLI