34.7 C
Roma
mercoledì, 17 Luglio, 2024

fondato e diretto da Paola Severini Melograni

Giusy Versace interviene al 28^Premio Internazionale Fair Play Menarini

Per ricordare i valori dello sport anche nell’ambito della disabilità
Giusy Versace, che già nel 2015 ricevette il Premio Internazionale Fair Play Menarini nella categoria ‘Un modello per i giovani’, è tornata quest’anno all’edizione numero 28 del prestigioso premio internazionale che si è tenuto nei giorni scorsi a Fiesole (FI), in qualità di ambasciatrice e per portare la sua testimonianza in tema di valori dello sport quali etica, lealtà e rispetto anche nell’ambito della disabilità.
La Versace ha difatti preso parte ad una tavola rotonda che si è tenuta a margine della premiazione, moderata da Alessandro Acton, e alla quale hanno partecipato la leggenda del nuoto Federica PellegrinI, la velocista paralimpica Ambra Sabatini portabandiera dell’Italia ai Giochi Paralimpici di Parigi 2024, il velocista vice campione del mondo con la staffetta 4×100 Roberto Rigali e la plurimedagliata pattinatrice di velocità sul ghiaccio Francesca Lollobrigida.
Nel suo intervento Giusy Versace ha sottolineato l’importanza del fair play in tutti gli ambiti della vita: ”Fair Play significa correttezza e lealtà e sicuramente ce ne vorrebbe di più anche nella vita, oltre che nello sport. Ho avuto l’onore e il privilegio di ricevere questo prestigioso premio nel 2015 e oggi sono felice di essere qui insieme alla madrina della serata, Federica Pellegrini, e ad un parterre d’eccezione per la premiazione, tra gli altri, di tre grandi campioni e amici come Francesca Lollobrigida, Ambra Sabatini e Roberto Rigali. Lo sport è un insieme di valori importanti che lo rendono un grande strumento educativo e una preziosa opportunità di inclusione sociale per le persone con disabilità  e, grazie anche al premio Fair Play Menarini, abbiamo avuto un’altra occasione per ricordarlo”.

ARTICOLI CORRELATI

CATEGORIE

ULTIMI ARTICOLI