27.4 C
Roma
mercoledì, 24 Luglio, 2024

fondato e diretto da Paola Severini Melograni

MEIS: 16 gennaio, secondo appuntamento con Italia Ebraica

Torna per il quarto anno #ITALIAEBRAICA, il progetto online che riunisce i musei ebraici italiani e che ha visto la partecipazione di migliaia di persone.
L’edizione di quest’anno è dedicata ai libri: condivideremo con voi storie e aneddoti sulle collezioni, i luoghi e la fattura stessa dei volumi, ma approfondiremo anche i temi che emergeranno sfogliando le pagine o leggendo le pergamene.
Il secondo incontro online sulla piattaforma zoom si terrà martedì 16 gennaio alle 18.30 e vedrà come protagonisti la Comunità Ebraica di Firenze e il MEIS che condivideranno affascinanti storie comunitarie a partire dai documenti manoscritti.
Inizieremo sfogliando il registro della Comunità sefardita di Ferrara redatto tra il 1715 e il 1811 e conservato presso la National Library of Israel a Gerusalemme. Questo documento è il perfetto esempio dell’inestimabile quantità di informazioni inedite che si possono celare nei registri comunitari: l’attenzione sarà riservata in particolare a una vicenda del 1717, in cui il noto medico Isacco Lampronti, additato di alcune gravi accuse di furto, è difeso da dei membri del Consiglio.

Ci sposteremo poi in Toscana con il manoscritto composto tra il 1926 e il 1930 da rav Elia Samuele Artom, Rabbino Capo della Comunità Ebraica di Firenze dal 1926 al 1934.Il testo descrive i dettagli del rito fiorentino nelle preghiere di tutti i giorni dell’anno ed è stato riportato a stampa nel 2013 sotto la cura di rav Yoseph Levi, Rabbino Capo in quegli anni della stessa comunità fiorentina.

Intervengono:
Gadi Piperno – Rabbino Capo della Comunità Ebraica di Firenze
Antonio Giulio Spagnuolo – Curatore del MEIS

Modera:
Amedeo Spagnoletto – Direttore del MEIS

Per prenotarti premi il pulsante:
Iscrizione all’evento

ARTICOLI CORRELATI

CATEGORIE

ULTIMI ARTICOLI