18.2 C
Roma
mercoledì, 28 Febbraio, 2024

fondato e diretto da Paola Severini Melograni

I progetti di maglia solidale Gomitolorosa del 2024

https://www.gomitolorosa.org/i-progetti-di-maglia-solidale-gomitolorosa-del-2024/
Insieme alla rete nazionale degli Amici de Il filo che unisce, formata oggi da circa 2500 volontari presenti su tutto il territorio nazionale, impegnati nella realizzazione di manufatti da donare a persone in difficoltà (anziani, bambini, pazienti, disabili, disagiati), l’associazione sosterrà 3 progetti di maglia solidale con i quali parleranno di tematiche molto importanti e lo faranno attraverso il lavoro a maglia e i manufatti che produrremo.
Portare solidarietà ai sieropositivi e ai malati di AIDS
Il primo progetto di maglia solidale partirà già a fine febbraio per portare solidarietà ai sieropositivi e ai malati di AIDS (Acquired Immuno Deficiency Syndrome). Doneranno 2100 gomitoli rossi, colore rappresentativo dell’HIV, per realizzare ai ferri circa 700 bellissime sciarpe RED RIBBON, il fiocco simbolo della lotta all’AIDS. L’occasione porterà a parlare di chi oggi in Italia è particolarmente impegnato alla lotta contro questa importante pandemia che ha coinvolto la popolazione mondiale negli anni 90, per superare alcuni pregiudizi che ancora oggi persistono verso i sieropositivi e per condividere alcune informazioni sulla prevenzione.
Porteranno avanti questa bellissima campagna di solidarietà e informazione insieme ai centri italiani di eccellenza impegnati nella lotta all’HIV e doneranno i manufatti il 1° dicembre, in occasione della Giornata Mondiale per la Lotta all’AIDS, istituita nel 1988 dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.
Per le detenute di Rebibbia femminile (insieme a Fondazione Severino e Fondazione Human Age Institute)
Il secondo progetto partirà a marzo e lo dedicheranno alle detenute, alla cura del loro benessere attraverso il lavoro all’uncinetto e alla prevenzione del tumore al seno. LIBERE DI STARE BENE è il titolo dell’iniziativa che porteranno avanti insieme a Fondazione Severino e Fondazione Human Age Institute, la Fondazione privata senza fini di lucro del Gruppo Manpower, con la missione di favorire l’employability e la learnability delle persone che hanno maggiore bisogno di supporto per avvicinarsi al mercato del lavoro, che presentano situazioni di fragilità o svantaggio, che vivono contesti personali, sociali e familiari di difficoltà.
Il progetto raggiungerà le detenute della Casa Circondariale di Rebibbia Femminile, si parte da Roma nel 2024 per poi raggiungere nel 2025 gli altri Istituti e alcuni distretti dislocati su tutto il territorio. Chiederanno al loro network di realizzare dei BRACCIALI con la ROSA da donare ad ottobre alle detenute in occasione dell’ottobre rosa, mese dedicato alla prevenzione del tumore al seno, e porteremo in carcere la lanaterapia facendo realizzare le nostre famose COPERTE AD ESAGONI. Per questo progetto metteranno a disposizione 2000 gomitoli colorati, con una prevalenza di rosa.
Per gli anziani, nelle Rsa (insieme a Fondazione O.N.D.A)
Il terzo progetto partirà a settembre e lo dedicheranno agli anziani. Sarà un progetto per e con gli anziani perché i volontari realizzeranno delle coloratissime BABBUCCE per tenere al caldo i loro piedi, mentre organizzeranno dei laboratori di lanaterapia con alcune RSA particolarmente attive facendogli realizzare delle utili COPERTE A QUADRI da utilizzare al loro interno e per portare così anche ai nostri nonni un’attività creativa e rilassante nelle lunghe giornate trascorse nei vari centri.
Questa campagna la porteranno avanti con Fondazione O.N.D.A (Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere), collegando l’iniziativa all’assegnazione del Bollino RosaArgento, riconoscimento che Fondazione Onda assegna ogni due anni alle RSA (Residenze Sanitarie Assistenziali) e alle Case di riposo attente al benessere e alla qualità di vita degli ospiti, per lo più donne. Per questo progetto metteranno a disposizione 2500 gomitoli, di tutti i nostri 15 colori, per realizzare le babbucce da donare agli anziani e per far realizzare a loro le coperte durante i laboratori di lanaterapia.
Si parte dunque a fine febbraio con il primo progetto di maglia solidale, contano come sempre nel nostro magico network di volontari e volontarie per la realizzazione dei manufatti e partendo da chi si è già iscritto nel 2023, chiederanno l’adesione. Chi non si è ancora iscritto al programma IL FILO CHE UNISCE potrà comunque aderire scrivendo una mail a segreteria@gomitolorosa.org, manderanno un modulo gratuito e appena pubblicheranno l’adesione ai progetti di maglia solidale.

ARTICOLI CORRELATI

CATEGORIE

ULTIMI ARTICOLI