26 Ottobre 2020 - 15:31

    Cento anni di storia: buon anniversario Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti!

    Scritto da
    Vota questo articolo
    (0 Voti)

    Fu fondata a Genova da un reduce di guerra che aveva perso la vista in un'azione militare durante il primo conflitto mondiale, Aurelio Nicolodi, il 26 ottobre 1920.

    Tra le prime battaglie, spicca l’impegno affinchè alle persone cieche venisse riconosciuto il diritto all’istruzione e al lavoro, in tempi in cui la disabilità era vissuta come uno stigma da nascondere o tutt’al più da compatire. A distanza di un secolo, queste battaglie sono ancora tutt’altro che vinte, ma enormi passi avanti sono stati fatti sulla strada dell’inclusione.

     

    Compie oggi 100 anni l’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti (UICI), l’associazione di rappresentanza e tutela degli interessi dei circa 2 milioni di cittadini italiani ciechi e ipovedenti. 

    L’Unione Ciechi ivuole onorare 100 anni di impegno e dedizione in favore dei diritti delle persone con disabilità visiva per i quali il nostro Paese ha realizzato importanti traguardi di inclusione e civiltà. Allo stesso tempo, si vuole ribadire quanto sia importante prestare la massima attenzione alle difficoltà dei cittadini con disabilità visiva, tra i più penalizzati dal distanziamento sociale e dalle nuove regole di protezione e convivenza imposte dall’emergenza sanitaria.

    Please publish modules in offcanvas position.

    We use cookies

    Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.