29 Settembre 2020 - 06:10

    Detenuti: alla Pisana una casa per “ricominciare”

    Vota questo articolo
    (0 Voti)

    Una struttura per aiutare chi è senza domicilio a poter uscire dal carcere con le misure per l'emergenza Covid promossa dall'Associazione Vic e sostenuta dall'Elemosineria. L’inaugurazione con il cardinale Krajewski.

    Si chiama “Ricominciamo” la casa di accoglienza nata per aiutare le persone detenute e senza un domicilio a uscire dal carcere con le misure straordinarie previste per l’emergenza Covid-19. Promossa dall’Associazione Volontari in carcere – che afferisce alla Caritas di Roma ed opera nella diocesi dal 1994 – e sostenuta dall’Elemosineria apostolica della Santa Sede, la struttura ricettiva ha sede nell’istituto della Congregazione delle suore “Figlie di Cristo Re”, a via della Pisana, ed è stata inaugurata venerdì sera, 25 settembre, alla presenza del cardinale Konrad Krajewski, elemosiniere apostolico.

    Attualmente la struttura ospita tre persone in detenzione domiciliare e altrettante che hanno terminato la pena e stanno cercando un alloggio definitivo mentre sono cinque quelle in permesso premio. 

    Cristiana Ingigneri, coordinatrice della struttura, ha parlato di «un vero clima di famiglia e di collaborazione creatosi tra operatori, ospiti e volontari, con diverse mansioni per ciascuno: dalla pulizia delle stanze alla coltivazione dell’orto, dalla cura del giardino alla preparazione dei pasti».

    Please publish modules in offcanvas position.

    We use cookies

    Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.