34.7 C
Roma
mercoledì, 17 Luglio, 2024

fondato e diretto da Paola Severini Melograni

L’ ottavo Re di Roma: Piero Gabrielli. La serata evento

Ieri sera, martedì 11 giugno, ore 18:00, al Teatro Argentina di Roma, si è tenuta una serata-evento dedicata a Piero Gabrielli: rugbista, ristoratore, organizzatore culturale ma, soprattutto, fondatore del Laboratorio Teatrale Integrato che porta il suo nome e che dal 1982 è un esempio virtuoso di inclusione e integrazione, primo esperimento nel mondo. 

L’11 giugno il più importante teatro della Capitale apre le sue porte ai rappresentanti del sociale e del Terzo settore, del rugby e dello sport, dell’arte e del teatro per ricordare un gigante della solidarietà, il nostro “ottavo re di Roma”, in una serata speciale condotta da Roberto Gandini, direttore artistico e coordinatore del Laboratorio “Piero Gabrielli” e Paola Severini Melograni, autrice e conduttrice della trasmissione O Anche No, Rai 3, che manderà in onda le riprese dell’evento domenica 23 giugno.

Insieme ai conduttori, l’evento ha visto la partecipazione sul palco di: Giorgio De Tommaso, segretario dell’associazione Mille Bambini a via Margutta; Francesca Rebecchini, presidente della Rugby Capitolina Onlus, accompagnata dai ragazzi della squadra di rugby integrato ImplaccAbili; Giorgio Benvenuto, già Segretario generale del sindacato UIL, il quale si è battuto affianco a Mariù, moglie di Piero Gabrielli, per i diritti dei più fragili; il giornalista Pino Coscetta, storico caporedattore de Il Messaggero; e il direttore di Rai per la Sostenibilità – ESG Roberto Natale.

Immancabile il saluto della famiglia Gabrielli, presente all’evento e rappresentata sul palco dalla nipote Francesca.

I saluti del direttore del Teatro di Roma Luca De Fusco e le esibizioni dei ragazzi del Laboratorio con estratti dello spettacolo Gli scappati di casa

Poi le testimonianze degli attori del Laboratorio Lucia e Simone e degli attori che hanno recitato, negli anni Ottanta, in La Tempesta di Shakespeare e nella commedia di Aristofane Uccelli: Francesca Romana de Tommaso, Alessandro Tripodi, Massimo Arenare, e l’attrice e doppiatrice Eliana Lupo.

Presenti in platea parte dell’equipe psicopedagogica del Laboratorio: la neuropsichiatra infantile Irene Sarti e Anna Leo, collaboratrice pedagogica.

Inoltre, personalità che hanno segnato la storia del Laboratorio promuovendone la nascita e gli sviluppi: Miriam Bellucci Tassi, segretaria dei direttori Luigi Squarzina e Maurizio Scaparro, anima del Laboratorio, e Franca Prisco, già Assessore ai Servizi Sociali del Comune di Roma che ha permesso l’istituzionalizzazione del Laboratorio.

L’evento, patrocinato dalla Federazione Italiana Rugby, ha ricevuto un saluto di buona riuscita dal presidente FIR Marzio Innocenti. Presenti inoltre diversi atleti della Rugby Roma e rappresentanti della Federazione Rugby Lazio.

PIERO GABRIELLI

Il 14 giugno di 100 anni fa nasceva Piero Gabrielli, un uomo straordinario che nella sua vita è stato campione di rugby, ristoratore, grande organizzatore musicale e, soprattutto, papà di Paolo, un ragazzo disabile la cui esistenza è stata accompagnata da un padre che ha voluto combattere non solo per lui, ma per i diritti di tutti i ragazzi e le ragazze più fragili. 

Piero Gabrielli nell’immediato dopoguerra, quando arrivano gli Alleati (neozelandesi e britannici) e rendono popolarissimo il rugby, diventa uno dei giocatori più importanti e noti di questo sport, nel ruolo di terza linea della Rugby Roma e della Nazionale degli anni Cinquanta. 

Dopo l’iniziativa di Mille bambini a via Margutta, che fu la prima in Italia, nel 1975, a mescolare e far interagire insieme bambini con e senza disabilità, con Luigi Squarzina, direttore artistico del Teatro di Roma, ha creato il primo Laboratorio Teatrale Integrato dove potevano essere formati e recitare attori con e senza disabilità. Tra il febbraio e il maggio 1982, una ventina di ragazzi dagli 8 ai 16 anni, tredici dei quali disabili, si incontrarono due volte alla settimana al Teatro Flaiano per allestire la commedia di Aristofane Gli uccelli, sotto la guida del regista Adriano Dallea, coadiuvato da un gruppo di logopediste e insegnanti. Prova dopo prova, ci si accorse che quello che si stava delineando era un vero e proprio spettacolo teatrale da presentare al pubblico, cosa che avvenne il 28 maggio 1982 al Teatro Argentina sotto l’egida del Presidente della Repubblica Sandro Pertini che ricevette anche i giovani attori al Quirinale. L’anno seguente al Teatro Argentina debuttò, sempre con la regia di Adriano Dallea, un secondo spettacolo La tempesta di William Shakespeare, lo spettacolo ebbe un grande successo e fu rappresentato anche alla presenza di Papa Giovanni Paolo II. 

L’attività del Laboratorio Teatrale Integrato, dopo un’interruzione di qualche anno, riprende nel 1995 quando le tre istituzioni promotrici – Comune, Provveditorato e Teatro di Roma – firmano un protocollo d’intesa che trasforma il Laboratorio in una realtà permanente di sperimentazione e diffusione e sceglie di intitolarlo al suo ispiratore Piero Gabrielli, spentosi un anno prima. 

Nel 2004 nasce anche La Piccola Compagnia del Piero Gabrielli che vede coinvolti i ragazzi con e senza disabilità in un’esperienza che da amatoriale e scolastica diventa nel tempo professionale.

Oggi il Laboratorio Teatrale Integrato “Piero Gabrielli” svolge la sua attività che si esprime nelle iniziative del Laboratorio pilota, nel coordinamento dei laboratori decentrati, nell’organizzazione di corsi formativi per insegnanti, di corsi propedeutici per attori, registi, musicisti, scenotecnici, insegnanti e operatori della riabilitazione. Vengono organizzati, inoltre, incontri di diffusione dell’esperienza dei laboratori teatrali integrati con allievi delle scuole di Roma e provincia. Il Laboratorio ospita un centro di documentazione e videoteca sulle sue attività a partire dal 1994.

Nel settore della ristorazione Piero Gabrielli, inoltre, grazie all’Osteria Margutta, il suo secondo ristorante dopo le Grotte del Piccione (pensiamo solo che Mina ha esordito lì!), ha potuto incontrare politici e grandi uomini di cultura e di spettacolo che sono stati determinanti per la sua battaglia in favore dei più fragili.

ARTICOLI CORRELATI

CATEGORIE

ULTIMI ARTICOLI